Disturbi dell’evacuazione

+ENCOPRESI

La manifestazione fondamentale è la ripetuta evacuazione di feci in luoghi inappropriati (per es., nei vestiti o sul pavimento).

La maggior parte delle volte ciò è involontario, ma occasionalmente è intenzionale.

L’evento deve verificarsi almeno 1 volta al mese per almeno 3 mesi e l’età cronologica del bambino deve essere almeno di 4 anni.

L’incontinenza fecale non è collegata agli effetti fisiologici di una sostanza (per es., lassativi) o di una condizione medica generale.

Quando l’evacuazione di feci è involontaria piuttosto che intenzionale, è spesso connessa a costipazione, intasamento e riempimento, con successiva incontinenza da sovrariempimento.

La costipazione può svilupparsi per motivi psicologici, che portano ad evitare la defecazione.

+ENURESI

La manifestazione fondamentale è una ripetuta emissione di urine durante il giorno o la notte, nel letto o nei vestiti.

La maggior parte delle volte ciò è involontario, ma occasionalmente è intenzionale.

Per fare diagnosi di enuresi, l’emissione di urine deve avvenire almeno due volte alla settimana per almeno 3 mesi, o altrimenti deve causare disagio clinicamente significativo o compromissione dell’area sociale, scolastica o di altre aree di funzionamento del soggetto.

Il soggetto deve avere raggiunto un’età in cui è previsto il controllo della minzione (l’età cronologica del bambino deve essere di almeno 5 anni).

L’incontinenza urinaria non è collegata agli effetti fisiologici di una sostanza (per es., lassativi) o di una condizione medica generale.