Piscopatologie del comportamento

+DISTURBO DELLA CONDOTTA

Una modalità di comportamento ripetitiva e persistente in cui i diritti degli altri o le principali norme o regole della società appropriate per l’età vengono violati, come nei seguenti esempi:

Aggressioni  a persone o animali

  • Spesso il soggetto fa il prepotente, minaccia o intimorisce gli altri.
  • Spesso ingaggia colluttazioni fisiche
  • ha usato un’arma che può causare danni fisici ad altri
  • è stato fisicamente crudele con le persone
  • è stato fisicamente crudele con gli animali
  • ha rubato, affrontando la vittima
  • ha forzato qualcuno ad attività sessuali

Distruzione della proprietà

  • ha deliberatamente appiccato il fuoco con l’intenzione di causare seri danni
  • ha deliberatamente distrutto proprietà altrui

Frode o furto

  • il soggetto è penetrato in un edificio, un domicilio o in un’automobile altrui
  • ha rubato articoli di valori senza affrontare la vittima

Gravi violazioni di regole

  • spesso trascorre la notte fuori, nonostante le proibizioni dei genitori, con inizio prima dei 13 anni di età
  • è fuggito da casa di notte almeno due volte mentre viveva a casa dei genitori
  • marina spesso la scuola

L’anomalia del comportamento causa compromissione clinicamente significativa del funzionamento  sociale e scolastico.

+DISTURBO OPPOSITIVO PROVOCATORIO

La caratteristica fondamentale è rappresentata da una modalità di comportamento negativistico, ostile e provocatorio per cui il soggetto:

  • spesso va in collera
  • spesso litiga con gli adulti
  • spesso sfida attivamente o si rifiuta di rispettare le regole e le richieste degli adulti
  • spesso irrita deliberatamente le persone
  • spesso accusa gli altri per i propri errori o il proprio cattivo comportamento
  • è spesso suscettibile o facilmente irritato dagli altri
  • è spesso arrabbiato e rancoroso
  • è spesso dispettoso e vendicativo

L’anomalia del comportamento causa compromissione clinicamente significativa del funzionamento  sociale e scolastico.

+DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE/IPERATTIVITA'

Se uno o più dei seguenti sintomi di disattenzione sono persistenti per almeno 6 mesi con una intensità che provoca disadattamento e che contrasta con il livello di sviluppo:

Disattenzione

  • il soggetto spesso non riesce a prestare attenzione ai particolari o commette errori di distrazione nei compiti scolastici, lavorativi, o in altre attività
  • spesso ha difficoltà a mantenere l’attenzione sui compiti o sulle attività di gioco
  • spesso non sembra ascoltare quando gli si parla direttamente
  • spesso non segue le istruzioni e non porta a termine i compiti scolastici, le incombenze, o i doveri
  • spesso ha difficoltà a organizzarsi nei compiti e nelle attività
  • spesso evita, prova avversione, o è riluttante a impegnarsi in compiti che richiedono uno sforzo mentale protratto
  • spesso perde gli oggetti necessari per i compiti e le attività
  • spesso è facilmente distratto da stimoli esterni
  • spesso è sbadato nelle attività quotidiane

Se uno o più dei seguenti sintomi di iperattività-impulsività sono persistenti per almeno 6 mesi con una intensità che provoca disadattamento e che contrasta con il livello di sviluppo:

Iperattività

  • spesso muove con irrequietezza mani o piedi o si dimena sulla sedia
  • spesso lascia il proprio posto a sedere in classe o in altre situazioni in cui ci si aspetta che resti seduto
  • spesso scorrazza e salta dovunque in modo eccessivo in situazioni in cui ciò è fuori luogo
  • spesso ha difficoltà a giocare o a dedicarsi a divertimenti in modo tranquillo
  • è spesso “sotto pressione” o agisce come se fosse “motorizzato”
  • spesso parla eccessivamente

Impulsività

  • spesso “spara” le risposte prima che le domande siano state completate
  • spesso ha difficoltà ad aspettare il proprio turno
  • spesso interrompe gli altri o è invadente nei loro confronti